fbpx
Viaggi

Vacanze invernali – cosa mettere in valigia

Decidere cosa mettere in valigia prima di partire per le vacanze invernali è sempre un del dramma.

L’armadio completo non possiamo caricarlo in macchina, perciò non resta altro che fare una selezione dei capi più utili per le nostre vacanze.

 

La valigia leggera

 

Non so voi, ma io ho avuto sempre una grandissima difficoltà nel periodo invernale a preparare una valigia che pesasse meno di 80 kg, ma che fosse ben fornita e mi permettesse di poter variare abbinamento se per caso qualcosa fosse andato storto.

Se facciamo un uscita sportiva l’outfit sarà diverso da quello indossato durante la cena o un’uscita più formale.

 

Cosa mettere in valigia durante le vacanze invernali?

Regola n°1: cercare gli abbinamenti più probabili alla vostra vacanza prima di partire.

Non ridursi all’ultimo portando via “cose a caso” e pensando solo nel momento del bisogno a cosa abbinarle.

 

Regola n°2: non esagerare con i maglioni voluminosi. Sappiamo tutti che solo a vederlo un maglione grossissimo, tiene caldo(non è poi detto), ma fa inverno, fa noi davanti a un camino mentre beviamo un bicchiere di vino rosso. O se preferite va bene anche il bianco!

Se decidiamo di mettere in valigia 5 maglioni di questo tipo, abbiamo già occupato più della metà dello spazio che dovremmo utilizzare per tutto il resto. Cerchiamo di selezionare maglioni che ci riscaldino bene ma che non abbiano uno spessore di 2 cm.

Ribadisco il concetto fondamentale che può tenere più caldo un maglione apparentemente sottile rispetto ad uno che occupi il doppio dello spazio.

 

Regola n°3: acquistate maglie o tute termiche. Sono sottili e possono stare sotto a qualsiasi cosa, anche un pantalone skinni può essere indossato sopra ad una tuta termica. Magari il color carne è preferibile al bianco o al nero, così da notare meno la differenza. Ma in realta se abbiamo molti indumenti neri, possiamo rimanere anche su un colore scuro.

 

Regola n°4: Scegliete scarpe che siano abbinabili a più Outfit, magari un paio sportivo come uno scarponcino, uno elegante come uno stivaletto con tacco di 4 o 5 cm e un anfibio, che va sempre bene.

Tendere a colori neutri. Come potete ben immaginare una scarpa rossa, non starà bene con tutto ciò che abbiamo messo in valigia.

 

Stivaletti cavalieri a polpaccio con chiusura tonda e pieghevoli

Regola n°5: Porta con te un piumino leggero, persa poco e in caso di freddo polare potrai metterlo sotto il cappotto visto. Visto il poco spessore che ha potresti anche tenerlo in borsa se ne hai una bella capiente o nello zaino. Se decidi di portare con te un bel piumino di quelli larghi 10 cm, beh, mettilo durante il viaggio, così non occuperà spazio inutile in valigia.

Brand Name_ Lance DonovanFilling_ COTTONLining Material_ COTTONHooded_ YesWeight_ 0_7Gender_ MenMaterial_ PolyesterMaterial_ COTTONType_ REGULARStyle_ CasualThickness_ STANDARDSleeve Style_ REGULARDecoration_ NONECollar_ Hood

Regola n°6: creme, cremine e cremette! Quando si è costretti a prendere l’aereo si sa bene che le confezioni da 250 ml non sono accettate, perciò si tende ad aquistare minicontenitori dove poter mettere dal bagnoschiuma alla crema idratante. Quando si parte in macchina, invece si diventa pigri, perchè tanto “il posto c’è” e prendiamo quello che abbiamo a casa nelle confezioni originali.

Lo userete tutto? NO! Perciò mettete da parte la pigrizia e utilizzate contenitori piccoli per alleggerire la vostra valigia!

Questi sono alcuni consigli che ho appreso in questi anni di follia pre-partenza dalle vacanze invernali 🙂

Qui trovate la mia intervista a Rolling Pandas  in cui ho parlato dei viaggi che ho potuto fare in questi anni  e tantissimi  altri articoli da cui potrete prendere spunto per le vostre vacanze!

Fashion, Moda

Animalier, 5 motivi per indossarlo

Camicia Leopardata abbinata a jeans vita alta neri.

Vi siete mai trovate di fronte al problema di trovare un buon motivo per indossare dei capi animalier? A chi stanno davvero bene?

 

La vostra scelta va al “SI animalier” al “NO animalier”?

 

Le stampe leopardate, sono sempre state una costante nell’abbigliamento femminile. A seconda del capo indossato, del tipo di taglio e soprattutto della nostra fisicità, può essere considerato “raffinato”, “trash”, “sexy” o anche “volgare”.
Il maculato inonda la moda negli anni ’20 e da li a poco diventa un vero e proprio sinonimo di stile di vita eccentrico.

 

Tutt’oggi un MUST-HAVE.

 

 

 1. SDRAMMATIZZA OGNI SITUAZIONE

 

L’animalier è un’ arma a doppio taglio. Si parla di stampe leopardate, zebrate e pitonate. Lo stile che performa di più è l’urban jungle.

Uno stile non troppo eccentrico, dove un total black la fa da padrone se abbinato ad un cappotto maculato lungo.

 

 

 

Cappotto animalier con collo alla coreana
Immagini by Pinterest

 

 

Il nero sta bene con tutto dicono, ma un tocco di personalità non fa di certo male.

 

Vista la stagione ormai fredda è arrivato il momento di vestirsi con dei bellissimi e caldi maglioni di lana. Sarebbe il caso però di non apparire come dei piccoli scaricatori di porto solo perchè fuori fa freddo. Come possiamo fare?

 

 

 

2. TOGLIE QUALCHE ANNO AI NOSTRI OUTFIT

 

 

Vanno di moda i maglioni corti e larghi, che effettivamente stanno molto bene abbinati ad un jeans a vita alta ,stretto…. ma perchè non si può pensare ad abbinare maglione e gonna? Il maglione deve essere rigorosamente inserito all’interno, altrimenti “l’effetto sacco” è dietro l’angolo. La gonna può essere corta, o longuette, senza preferenze. Unica nota che vi lascio è di valutare bene la lunghezza della gonna a seconda dell’età.

 

No, non perchè dopo gli “anta” noi donne siamo vecchie e non possiamo più farlo, assolutamente no! Soltanto perchè se abbiniamo una gonna troppo mini ad un maglioncino animalier, rischiamo di passare dalla parte del trash. Bisognerà fare particolare attenzione alle lunghezze, proprio perchè l’effetto teenager con mini e maglione corto animalier ha i suoi limiti.

 

 

Outfit animalier gonna ecopelle
Immagine by Pinterest

 

 

 

3. STANCHI DEL SOLITO JEANS?

 

Siete daccordo con me che non se ne può più del solito jeans chiaro o scuro abbinato ai soliti bianchi, neri, pullover o camicie? Ed ecco che torna ad aiutarci il nostro amico leopardato!

 

Si tratta di qualcosa di diverso, qualcosa che non si vede spesso, perchè tendiamo ad abbinare il tutto al nero(non casualmente visto che le macchie tendenzialmente contengono il colore nero).

 

Se l’animalier tende a un colore scuro mi sento di suggerirvi di abbinarlo a jeans chiari e l’opzione però è più verosimile nella primavera/estate. Potremmo anche pensare di sfoggiare questo tipo di abbinamento anche nella stagione autunnale visto che “non ci sono più gli inverni di una volta” e ci siamo ritrovati a vivere con 25 gradi a fine ottobre!

 

 

 

 

 

4. ELEGANZA AL TOP SUI TONI DEL BEIGE

 

Quante di voi hanno mai pensato di abbinare il maculato ad un outfit total white(nell’inverno troverete più facilmente un bianco sporco o “panna” piuttosto di un bianco brillante all’interno dei negozi ). Potrete variare le tonalità di beige eventualmente e trovare quella che vi dona di più a seconda del vostro colore di capelli e pelle, che abbia un sottotono più chiaro o più scuro. Resta il fatto che è un abbinamento che in pochissime pensano possa star bene, ma ancora una volta veniamo stupite dalla raffinatezza con cui questi outfit possono essere portati.

 

 

Animalier cappotto e beige
Immagini by Pinterest

 

Gonna midi animalier
Immagini by Pinterest

 

 

 

5. DA ABBINARE A COLORI SHOCK PER UN EFFETTO GLAMOUR

 

Maculato e rosso.

Voi sapete che amo il rosso e che mi piace giocare con i colori abbinandolo anche alle fantasie più strane. Questa variante ci permette di essere più glamour, più eccentriche, meno sofisticate rispetto alla variante con beige/bianco sporco, ma è una bellissima alternativa ai soliti grandi classici.

 

E perchè non abbinarlo anche al bluette?

 

Non diamo mai per scontato che un determinato capo di abbigliamento possa essere abbinato ad un solo colore o un solo indumento, le varianti di outfit che si possono ottenere sono davvero tante.

 

 

 

 

Tutte le foto le potete trovare nella mia raccolta Pinterest su: https://www.pinterest.it/daphn3_/animalier/

 

 

 

LAURA.

 

 

errore

Biscotti HomeMade

Ricordate da bambine quando vi capitava di vedere i vostri genitori preparare la cena, un piatto particolare, un dolce..e voi avreste voluto metterci le mani perchè eravate davvero curiose di quello che stava per succedere?

Ecco, io ho sempre avuto questa immensa curiosità per ogni cosa. Soprattutto per ciò che non conoscevo.

Passavo i pomeriggi a leggere e ricopiare libri di ricette di ogni tipo, scegliendo ovviamente ciò che più mi piaceva, tant’è che già all’età di 10 anni avevo il mio “quaderno” dove prendevo diversi appunti di ciò che mi piaceva.

Questo quaderno è sopravvissuto fino ad oggi, dopo ormai 24 anni e tutt’ora, continuo a correggere e prendere appunti. Perchè si sa che nessuno nasce conoscendo già ogni cosa, ed è proprio la curiosità e la voglia di imparare che ce lo insegna!
Sfogliando  questo quaderno ho ritrovato una ricetta a cui sono molto affezionata.

I “BISCOTTI CASALINGHI“.

DOSI PER 4 PERSONE:

  • 350 gr. di farina 00
  • 150 gr burro
  • 2 uova
  • 120 gr. di zucchero
  • 3 cucchiai di olio
  • 1 cucchiaio di lievito in polvere
  • 1 bicchiere d’acqua
  • 1 scorza di limone
  • 1 manciata di zucchero in grani
  • sale q.b.

Fate fondere il burro in un tegamino e nel frattempo mentre aspettate che si raffreddi, disponete sul piano di lavoro la farina a fontana, unite il lievito, il burro fuso(raffreddato), un uovo, la scorza del limone grattugiato, lo zucchero, l’olio e un pizzico di sale.

Lavorate bene l’impasto aggiungendo poco alla volta acqua fredda e continuate ad impastare finchè non otterrete un impasto soffice e compatto.

Avvolgete la pasta in uno canovaccio e lasciate tutto in frigorifero per circa 30 minuti. Trascorso uesto tempo, tirate la pasta fino a portarla ad uno spessore di circa 5 o 6 mm. Tagliatela a rettangoli o sbizzarritevi con le più svariate forme.

Ungete con un po’ d’ olio la piastra da forno(io metto carta da forno in aggiunta)e disponetevi sopra, i biscotti ben allineati(mantenete qualche cm tra uno e l’altro) e spennellati con il tuorlo d’uovo sbattuto con un cucchiaio d’olio.

Ricorpriteli con granella di zucchero e fate cuocere in forno già caldo (180°) per circa 15 minuti.

Buona colazione!! <3

Fashion, Moda

Pied de Poule – Una moda intramontabile.

Tessuti Pied de Poule

Conoscete il Pied de Poule? Lo sapete che non è un “quadrato”?

Possiamo definire il Pied de Poule una moda intramontabile.

Ha origine  nel 1800 in Scozia, inizialmente indossato da pastori.
Realizzato per la prima volta su un panno di lana intrecciata, lo si poteva trovare su sciarpe e gonne.
Con il passare del tempo arrivò anche a ricoprire oggetti d’arredo.
Dal 1930 il Pied de Poule(piede di gallina) spopola tra le classi sociali benestanti e diventa così simbolo di ricchezza.
Il tessuto non è un quadrato, la realizzazione è un po’ più complessa, ma diciamo che viene ottenuto alternando quattro gruppi di fili neri e 4 di bianchi nella trama.
Il risultato è proprio questa forma a “piede di gallina“.
COLORAZIONE: il pied de poule per eccellenza è bianco e nero, ma si è esteso ad altre colorazioni sui toni del marrone.
Bellissimo anche sui toni del marrone aggiungerei 🙂

Analizziamo gli abbinamenti e non sminuiamo le  diverse possibilità.

1. ECOPELLE & PIED DE POULE
Un capo in ecopelle può essere impegnativo, soprattutto se parliamo di pantaloni o gonne.
Troppo aggressivo o semplicemente troppo. Indossare un capospalla o una sciarpa di questo tipo, sdrammatizza il look, che si trasforma completamente indossando un tacco.
2. ACCESSORI & PIED DE POULE
Prendiamo una gona con questa trama e abbiniamola a qualcosa di nero. Non trovate che il risultato sia un po’ scuro? come si può sciarire il tutto?
ACCESSORI è la parola magica! Una bella cintura che dia luce! Perchè non dorata??
no, non risulterete assolutamente pacchiane se la “la parte sopra” del vostro outfit sarà scura.
Abbinate accessori dello stesso colore della cintura (o che siano somiglianti)
3. FIORI & PIE DE POULE
Si, avete letto bene!
Attenzione a non esagerare con i colori troppo vivaci, rischierebero di stonare con la nostra tramatura.
Indossate una blusa a fiori(tonalità tenui) inserita all’interno della gonna e avrete il look più elegante di sempre!
4. BORSE e SCARPE & PIE DE POULE
Volete dare un tocco di vivacità al look che la tendenzialmente risulterà essere bianco/nero?
Abbinate borse e scarpe colorate! Rosse, arancioni, fucsia!!
Renderanno il vostro outfit unico!
Ecco i tanti motivi per cui il Pied de Poule, da moda intramontabile arriva ad essere un nostro amico fidato e alleato in ogni  tipo di outfit!