PSX_20180808_150457
PSX_20180808_150409

Gonna a tubino longuette. Chi può e chi no.

Gonna a tubino(longuette).
A chi sta davvero bene? Chi la può mettere? E se sono bassa? “Segna” troppo?
Piccola introduzione:
Christian Dior ha inventato questo tipo di gonna negli anni ’40.
Nasce come la “parte sotto” di un vestito finchè non diventa simbolo di pura eleganza. Tutto questo accade anche ai giorni nostri, con qualche piccola sfumatura.
Senza dubbio la gonna a tubino è l’eleganza per eccellenza se abbinata ad una #blusa. C’è da dire inoltre che corta o inserita all’interno della gonna slancia molto la figura, soprattutto se la gonna è a vita alta, aiuta noi “piccole” ad apparire più alte.
E se la blusa diventa morbida rimanendo fuori dalla gonna? Magari con un maglione #oversize che lascia intravedere la fine della camicia? Il tutto abbinato ad una sneakers piuttosto che ad un tacco 15?
Ecco. Si può fare ed è davvero il top!! Perché abbraccia comodità ed eleganza allo stesso tempo.
Un’ eleganza #casual 🙂
Ma torniamo a noi.
A chi sta bene? Chi e la può permettere?
Vi sconvolgerò.
A seconda del modello si adatta a tutte le fisicità, dalle più formose alle più asciutte!
La pencil skirt è la più fasciante, perciò utilizzatela soltanto con un intimo adeguato, senza cuciture.
Questa tipologia di gonna starà meglio a chi ha un fisico con l’addome non troppo pronunciato, per il semplice fatto che definisce ed esalta le forme.
La #lunghezza ideale è appena sotto il ginocchio, ma se come me arrivate a 1,60 sappiate che risolverete il problema con una gonna leggermente più corta(sopra il ginocchio).
E’ ideale anche per le #curvy, che possono abbinarla ad un top con ruches o con un ampia scollatura.
Questo fa in modo che l’attenzione cada sulla parte superiore del corpo se i fianchi sono “larghi”.
Ecco come smontare il mito che le gonne a tubino (longuette) stanno bene solo a quelle alte  e magrissime 🙂
Photo By: Pinterest

Leave A Comment

Your email address will not be published.